Torta di pane piemontese: quando la cucina del riuso diventa un piacere

Torta di pane piemontese: quando la cucina del riuso diventa un piacere
Un grande dolce nato dalla necessità e oggi preparato "per vizio".

Torta di pane piemontese: territorio e zona di produzione

Pane avanzato: che fare? Il pane raffermo non va mai buttato. Con esso si possono creare altri gustosi piatti e riutilizzare così il pane ormai secco. Uno dei più famosi riusi del pane è proprio la torta di pane che ha origini piemontesi e precisamente nelle valli biellesi, Valle Antigorio Formazza e Val Vigezzo.

La storia della torta di pane

Questo prodotto storicamente è nato per l’esigenza di non sprecare il pane avanzato, anche per poter preparare dolci veloci che potessero essere cotti nei forni delle stufe a legna senza che fosse necessario un’alta temperatura, come quella dei veri forni. Si narra che i pastori creassero questa torta con i pezzi di pane rimasti in casa e altri avanzi di frutta prima di lasciare gli alpeggi e scendere a valle per la stagione invernale.

Un’altra tradizione originaria di Castellegno, in provincia di Biella, era quella di realizzare la torta di pane per la festa del patrono San Pietro.  In questa occasione essa veniva chiamata “Castlench” e le famiglie la portavano a cuocere nei forni del paese.

La provenienza effettiva di questo prodotto piemontese non è documentata in nessun libro in particolare ma si possono riscontrare molti riferimenti ad essa nella letteratura della zona che dimostrano l’origine antico di questo dolce.

 

torta-pane-raffermo-piemonte-01

Ricetta originale e varianti della torta di pane

La ricetta base contiene proprio ingredienti poveri: pane raffermo, che viene lasciato ammorbidire nel latte una notte. Il giorno dopo lo si comprime creando una sorta di pappa alla quale si possono aggiungere i vari ingredienti a scelta (in base a quello che si ha in casa) come frutta secca, amaretti, uvetta e pinoli. In base alle varie zone vengono poi aggiunte uova, vaniglia, cacao, zucchero e burro.

Esistono anche varianti salate. La scelta degli ingredienti da aggiungere è proprio a discrezione di chi la prepara: alla base di pane raffermo ammollato nel latte si possono unire uova, formaggio, speck, prosciutto oppure per una variante vegetariana zucchine, pomodorini, melanzane.

Insomma con un po’ di pane secco, latte e un pizzico di fantasia si possono ancora creare torte dolci e salate davvero prelibate.

 

torta-pane-raffermo-piemonte-04

 

Le calorie della torta di pane

240 kcal a porzione circa in base a quali ingredienti vengono inseriti a piacimento.

Ricetta torta di pane

Ingredienti

  • 150 gr. di pane raffermo
  • 70 gr. di amaretti
  • 250 ml di latte
  • 2 uova
  • 90 gr. di burro
  • 50 gr. di zucchero
  • 30 gr. di pinoli
  • 30 gr. di cacao amaro
  • 40 gr. cioccolato fondente
  • 70 gr. uvetta
  • una bustina di vanillina o aroma di vaniglia
  • una bustina di lievito per dolci
  • due cucchiaini di rum
  • la scorza grattugiata di un limone
  • pangrattato

Preparazione

  1. Ammollare il pane nel latte e poi strizzatelo creando una poltiglia.
  2. Aggiungere al composto gli amaretti tritati, lo zucchero, il cioccolato tagliato a pezzettini, il cacao, il burro fuso e amalgamare il tutto.
  3. Unire poi le uova una alla volta, il rum (o eventualmente un altro liquore a piacimento), l’uvetta precedentemente lasciata ammorbidire in una tazza di acqua tiepida e poi strizzata e la scorza di limone.
  4. Versare la miscela in una teglia imburrata e spolverizzata di pangrattato.
  5. Infornare a 180° C per 50 min circa.
  6. Tirata fuori dal forno lasciarla riposare.
  7. Spolverizzare con zucchero a velo o con scaglie/riccioli di cioccolato.

 

torta-pane-raffermo-piemonte-03
[Photo Credits: ilpastonudo; saporie]
Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply