EST! EST!! EST!!! di Montefiascone DOC: un vino leggendario

EST! EST!! EST!!! di Montefiascone DOC: un vino leggendario
Un vino le cui origini si mischiano ad una leggenda quasi fiabesca che spiega il suo nome e la sua "etichetta" di grande eccellenza.

Di Alessio Turazza

L’EST! EST!! EST!!! di Montefiascone: tra storia e leggenda

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone è un vino famoso, non solo per la sua riconosciuta qualità, ma anche per la storia legata al suo nome, così insolito e particolare. Il vino viene prodotto nelle campagne del viterbese e l’indicazione Montefiascone deriva proprio dall’unione dei termini mons (monte) e flasconis (fiasco), a testimonianza dell’antica vocazione vitivinicola del territorio. La dicitura L’Est! Est!! Est!!!, invece, nasce da un aneddoto storico che si perde tra storia e leggenda.

est-est-est-montefiascone-01

Si narra che nel lontano 111, al seguito della corte di Enrico V di Germania, in viaggio per Roma, dove sarebbe stato incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero, ci fosse il vescovo Johannes Defuk, grande buongustaio. Il vescovo incaricava in suo Coppiere di precederlo lungo l’itinerario del viaggio, per segnalargli le migliori locande in cui fermarsi a dormire e a bere un buon bicchiere di vino. Il segno dell’eccellenza da lasciare sulla porta della locanda era la scritta “Est” (c’è). Quando il Coppiere assaggiò il vino di Monfefiascone, ne rimase a tal punto affascinato da scrivere per ben tre volte Est, accompagnato da altrettanti punti esclamativi. Sarebbe nato in questo modo il nome Est! Est!! Est!!!, che poi è rimasto nel tempo a garanzia dell’eccellenza dei vini di Montefiascone. Difficile discernere tra leggenda e verità storica ma un buon bicchiere di Montefiascone mette tutti d’accordo, la qualità è rimasta intatta.

est-est-est-montefiascone-04

Il vitigno de L’EST! EST!! EST!!! e le sue caratteristiche

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone, nasce da un assemblaggio di diverse qualità di trebbiano e malvasia, le uve del tipiche del territorio laziale.

Il vitigno trebbiano, pur con diversi cloni, da quello di Lugana a quello abruzzese, è presente in molte regioni italiane ed è il vitigno bianco più diffuso in Italia centrale. Dona al vino corpo, struttura e buona freschezza. Anche la malvasia, antico vitigno originario dell’isola di Creta, è presente su tutto il territorio nazionale, con varietà molto diverse tra di loro, più o meno aromatiche e a bacca bianca o rossa. Le malvasie del Lazio sono leggermente aromatiche e contribuiscono a dare al Montefiascone, armonia e suadente morbidezza. I vigneti sono coltivati in zona collinare che arriva fino a 500 metri d’altitudine, con buone escursioni termiche e clima mitigato dal vicino lago di Bolsena. I terreni sono caratterizzati dalla presenza di tufi e altri componenti di antica origine vulcanica, molto ricchi di minerali.

Il vino ha un colore giallo paglierino. Al naso ha una buona intensità, con profumi floreali, d’agrumi e frutta gialla. Ha buona struttura, un piacevole e armonioso bouquet fruttato, con acidità equilibrata e finale sapido.

est-est-est-montefiascone-02

La DOC

L’Est! Est!! Est!!! di Montefiascone è stato insignito della Denominazione d’Origine Controllata nel lontano1966. Il disciplinare prevede che sia prodotto con le seguenti uve: procanico, o trebbiano toscano (50/65%), trebbiano giallo (25/40%), malvasia bianca e/o malvasia del Lazio (10/20%), possono concorrere altri vitigni bianchi, non aromatici, idonei alla coltivazione nella Regione Lazio, da soli o congiuntamente fino a un massimo del 15%. Viene prodotto nei territori dei comuni di Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Marta, Montefiascone e San Lorenzo Nuovo.
 Si può fregiare della menzione Classico, se le uve provengono solo dalle zone storicamente più vocate, dei comuni di Bolsena e Montefiascone. Il titolo alcolometrico minimo deve essere 10% e di 10,50% per le tipologie Classico e Spumante.

Temperatura di servizio e abbinamenti con l’EST! EST!! EST!!!

L’Est! Est!! Est!!! Montefiascone Doc va servito a una temperatura di 8/10 °C. A tavola è un vino piuttosto duttile, che accompagna molto bene crostacei, primi piatti di mare e in generale menu a base di pesce. Grazie alla sua buona struttura, si abbina anche a carni bianche delicate. Da provare con formaggi freschi, ricotta, latticini e con un piatto di gnocchi alla romana o di bucatini cacio e pepe.

Est-est-est-di-montefiascone-05

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply