La pasta alla Norma: la video ricetta del capolavoro siciliano

La pasta alla Norma: la video ricetta del capolavoro siciliano
Una delle ricette più amate della tradizione culinaria siciliana, qui proposta nella video ricetta della nostra chef Eleonora.

La video ricetta della Pasta alla Norma

Porzioni: 4

Difficoltà: Facile

Totale: 30 minuti circa

INGREDIENTI:

  • 400 gr di mezze maniche / calamarata (ideale come formato)
  • 100 gr di polpa di pomodoro san Marzano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di olio evo
  • qualche foglia di basilico
  • 1 melanzana media
  • olio di semi di arachide per friggere
  • 100 gr di ricotta salata di pecora

La ricetta originale della Pasta alla Norma

Preparazione

1- Tagliare le melanzane a cubetti e friggerle in olio bollente fino a che non saranno abbastanza dorate: non si deve vedere la differenza di “verde” tra la buccia della melanzana e la polpa.

2- Fare scaldare l’olio evo in una padella a bordi alti con l’aglio e appena sarà insaporito aggiungere la polpa di pomodoro e far andare a fuoco basso per 15 minuti.

3- Aggiungere al sugo le melanzane fritte e il basilico, spegnere il fuoco e lasciar riposare per almeno 20 minuti.

4- Cuocere la pasta al dente e mantecarla con la ricotta salata per 5 /6 minuti.

Buon appetito!

Pasta alla norma: storia, curiosità e territorio 

Vero simbolo della tradizione culinaria siciliana, la pasta alla Norma è un piatto a base di maccheroni (solitamente) conditi con salsa di pomodoro e con l’aggiunta successiva di melanzane fritte, ricotta salata grattugiata e basilico fresco.

Come avviene per altre ricette regionali, pur essendo un piatto tipico, originario del versante etneo, è ormai diffuso ed apprezzato in tutta l’isola (e non solo). Sembrerebbe che a dare il nome “Norma” alla ricetta sia stato Nino Martoglio (1870-1921), il noto commediografo catanese che, davanti ad un piatto di pasta così condito esclamò: “Chista è ‘na vera Norma!“, ad indicarne la suprema bontà, paragonandola al capolavoro del grande compositore Vincenzo Bellini, al quale è dedicato il Teatro Massimo di Catania, indiscussa città d’origine di questa ricetta. Pare che la prima mondiale di quella che è ormai una delle ricette cardine della cucina siciliana sia avvenuta a Catania in coincidenza con la prima mondiale della Norma di Vincenzo Bellini e che sia stata concepita come omaggio a quest’ultimo. Fu così che nella stessa sera e nello stesso luogo, mediterraneo, vennero tenuti a battesimo due veri capolavori.

pasta-norma-02

Le tante versioni della pasta alla norma

Tutti amano la pasta alla norma, ma non è facile digerire le melanzane fritte: a tal proposito, esiste una versione light della norma, cucinata aggiungendo melanzane grigliate, molto più leggere.

Esiste poi una variante croccante della norma: la pasta alla norma al forno, nella quale la ricotta grattuggiata sulla pasta viene fatta gratinare grazie alle alte temperature raggiunte nel forno. 

pasta-norma-01

La pasta alla norma e l’abbinamento vino

Consigliamo di l’abbinamento con un Cerasuolo di Vittoria DOCG, vino rosso di corpo medio e buona beva che saprà egregiamente ripulire il palato dall’unto delle melanzane fritte, rilanciando l’appetito.

Le migliori ricette della Pasta alla norma

Pasta alla norma di Chef di Sabato
Bucatini alla norma con mentuccia…in coppia!  di Zibaldone Culinario

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply