Fuudly: dalla padella allo smartphone

Fuudly: dalla padella allo smartphone
Un social network tutto nuovo, dedicato agli autentici food lovers: lo stavamo aspettando! Scopriamolo insieme!

A volte fa piacere ricordarsi di quando la cucina era appannaggio delle mamme e delle zie, e le ricette passavano di bocca in bocca; al massimo veniva in aiuto qualche tomo classico e imponente, come il “Cucchiaio d’argento”. A folle velocità i tempi cambiano, ed ecco a voi gli chef a qualsiasi ora in tv, le gare di aspiranti cuochi, internet, i foodblogger, i social network … e le app. Proprio come Fuudly, social network dedicato al mondo delle lezioni di cucina, delle ricette, degli eventi gastronomici e della condivisione spinta. Che è la chiave del cambiamento, in quanto le mamme e le zie erano di certo angeli del paradiso domestico, ma sapevano anche essere malefiche e non rivelarti i propri segreti ai fornelli. O magari te li rivelavano con qualche erroruccio, a bella posta: angeli di inarrivabile sadismo.

La tanto bistrattata e temuta società digitale, invece, vive di tutt’altro: oggi più diffondi un contenuto e più sei stimato, e l’aumento delle condivisioni è la ragion d’essere di qualsiasi social o blog. Fuudly dovrebbe servire proprio a questo, diventando la comunità virtuale del cibo e permettendo di vivere la passione per l’estetica del palato anche mentre sei in metropolitana, o fai la fila dal dottore. Basta il tuo smartphone, la connessione a internet e il programmino scaricato da Google Play o App Store.

E’ davvero ricca la food experience accessibile con Fuudly: si va dalle lezioni di cucina all’autopromozione, dalle immagini condivise alle chat, dalla promozione di eventi all’utilizzo di un motore di ricerca specializzato. Se sei parte del mondo gastronomico, o semplicemente ne sei attirato, quest’app presenta potenzialità notevoli. Chi si fa coinvolgere non sarà mai lasciato solo ai suoi dubbi e nemmeno condannato ad una cena incolore, che è persino peggio.

A metà Maggio il programma è stato presentato a Milano, in via Tortona 37, nel corso di una serata allietata dalle pietanze del duo Ivan e Masa, in cui i partecipanti hanno potuto comprendere lo spirito e gli obiettivi dell’iniziativa: in breve, accorciare le distanze tra gli operatori del settore, siano essi cuochi, appassionati, informatori, esperti a vario titolo o rappresentanti delle aziende. Le videolezioni di chef famosi sono già il punto di forza della piattaforma, ma il passo decisivo è consentire a tutti i registrati di scambiarsi opinioni ed esperienze, come in ogni social che si rispetti.

Grande valore sarà dato a immagini e video, che sempre più spesso costituiscono l’ossatura e l’attrattiva della comunicazione in rete. Difatti l’efficacia dei messaggi e il numero delle condivisioni, è stato dimostrato, dipendono il più delle volte dalla qualità iconografica delle pagine web.

Cosa è Fuudly, in definitiva?

Una vetrina virtuale, ma anche qualcosa di più. Può rappresentare l’ingresso nella food experience, che è un gigantesco parco divertimenti, uno dei più animati del terzo millennio. Ma non si dimentichino le opportunità di vera e propria pubblicità e di sviluppo professionale che la vetrina può offrire: l’esperienza social, infatti, è spesso decisiva per il successo di qualsiasi idea, nata e cresciuta in rete.

fuudly home

Dal mondo antico, quello delle ricette sussurrate a mezza voce dalla zietta, al mondo dei social network e di Fuudly in particolare, il salto è stato lungo e spericolato. Ma puoi star certo che il vero gastronauta, anche grazie a quest’app, avrà oggi un’infinità di frecce al suo arco, come pure di bersagli da colpire. Valeva la pena di saltare.

GUIDO GABALDI

Se l’articolo ti è piaciuto, visita anche …il latte, energia per la vita!

 

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply