Marmellata giapponese di fagioli rossi Azuki: Anko

Marmellata giapponese di fagioli rossi Azuki: Anko
Una marmellata tipica delle regioni orientali a base di fagioli rossi Azuki preparata per noi dalla nostra nuova blogger Venerangela!

Porzioni: 1 vasetto

Difficoltà: Facile

Totale: 1 ora circa

INGREDIENTI

  • 600 gr di fagioli rossi Azuki lessi
  • 300 gr di zucchero di canna
  • 60 gr di zucchero semolato
  • 3 chiodi di garofano
  • 1 pizzico di cannella (potrete regolarvi in base ai vostri gusti)

Mi piace inaugurare questa nuova rubrica su Lorenzo Vinci con una ricetta davvero particolare. Si tratta della marmellata Anko di fagioli rossi, tipica giapponese e delle regioni orientali in generale.  La sua dolcezza la rende perfetta se usata per impreziosire i dolci tipici della cucina giapponese:  i Dorayaki, Yokan, Dango.

Esistono due versioni: una fatta con una macinazione più grossolana ed una tipologia più liscia e omogenea. Io preferisco la seconda. Ecco a voi la ricetta, provatela e ditemi che ne pensate!

fagioli-rossi-giapponesi

Procedimento

1- Mettere in ammollo i fagioli rossi Azuki la sera prima.

2- L’indomani sciacquateli e metteteli nella pentola a pressione, copriteli interamente con l’acqua e fateli cuocere per 40 minuti senza aggiungere sale.

3- Per tradizione si cuociono così: bisogna mettere i fagioli in una casseruola, aggiungere l’acqua e cuoceteli per circa 2 ore.

4- Una volta che i fagioli si saranno freddati, se c’è troppa acqua di cottura toglietela e mettetela da parte. Mettete i fagioli in un frullatore e frullate aggiungendo poco alla volta l’acqua tenuta da parte in precedenza, fino ad ottenere una crema liscia e non troppo densa.

5- Versate il composto in una casseruola, unite lo zucchero, i chiodi di garofano macinati, la cannella (regolate secondo il vostro gusto) e fate cuocere la marmellata a fuoco vivo, fino a quando diventerà abbastanza densa, circa 15 minuti.

6- A questo punto potete scegliere di farla raffreddare e utilizzare subito per preparare i vostri dolci, oppure sterilizzate dei vasetti, riempiteli con l’Anko, chiudeteli bene e poi fateli bollire per 20 minuti a bagnomaria.

7- Quando si saranno freddati, asciugateli e conservateli in un luogo fresco e asciutto.

8- Una volta aperto il barattolo, conservatelo in frigo e consumate l’Anko in pochi giorni.

Marmellata-Anko

[Ricetta  e Photo Credits: Venerangela Anna Aleo]

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply